Italiano
Tel +39 0827 39512 +39 377 5519623 lun - ven 09:00-18:00 (GMT+1)
Certificazioni
ISO 9001:2018
Contatta un consulente

Condor informa

Notizie & Eventi
19/07/2019

CONDOR sempre in volo da Conza alla Francia

Partiti da Avellino, i Petrosino ora hanno una società che fattura 30 milioni

CONDOR sempre in volo da Conza alla Francia

Si chiama Condor. Perché, come il magnifico avvoltoio di stanza nelle Ande – recita un suo slogan – «è sempre in volo». E continua a viaggiare, senza fermarsi, per portare dappertutto i suoi sistemi per l’edilizia infrastrutturale, industriale e residenziale. Ponteggi, casseforme per muri e solai, blindaggi per scavi in sicurezza, strutture per eventi spettacolari come tribune, palchi, coperture sono diventati il know how tecnico-progettuale e il marchio vincente dell’azienda, fino a trasformarla in eccellenza italiana nel mondo. La sua storia inizia nel 1981 quando Alfonso Petrosino, già costruttore edile della provincia di Salerno, decide, assieme a sua sorella Nadia, di investire nella produzione di ponteggi per l’edilizia. Ed è una storia che rappresenta una straordinaria eccezione nel panorama industriale nazionale, al punto che nel giro di 20 anni si parte da Conza della Campania in provincia di Avellino, dove nel 1997 apre il primo stabilimento produttivo, per sfondare nel Nord, rilevando prima la Nuova EDILCOMEC in Piemonte nel 1999 e poi la REDAELLI in Lombardia nel 2002. È la consacrazione sul mercato interno, che vedrà in poco tempo la registrazione di due brevetti, la creazione di CONDOR EVENTS (palchi e strutture per lo spettacolo), il lancio ufficiale della divisione casseforme, l’acquisizione della società francese di service ALTIMAT con l’inaugurazione successiva della filiale CONDOR France, l’approdo nei Balcani con il subentro nel pacchetto di controllo dell’ITALIMPEX, l’apertura di un ufficio di rappresentanza ad Algeri e della filiale di Dubai.

La rivincita dei terroni, direbbe qualcuno che costruisce le fortune sulle differenze. O, più verosimilmente, la conferma che la qualità non è legata alla geografia: se c’è, c’è. Dappertutto. Dopo l’avvenuto consolidamento in Italia, si cambia obiettivo e si punta sull’internazionalizzazione, a cui guardano da subito i due eredi di seconda generazione del capostipite, Nunziae Francesco.

«Oggi - dichiara Nunzia Petrosino, cfo di CONDOR Spa - il 50% del nostro fatturato annuo deriva dall’export. Grazie ad investimenti continui sulla qualità dei prodotti e all’offerta di servizi sempre più calati sulle esigenze del cliente abbiamo conquistato nuovi mercati. Il valore aggiunto di CONDOR risiede nella capacità di seguire il cliente fin dalla fase di progettazione esecutiva del cantiere attraverso l’esperienza del nostro team internazionale di tecnici che riesce a elaborare, su richiesta, e a supportare la fase progettuale e la scelta della soluzione ottimale da parte della committenza o dell’impresa esecutrice in Italia come all’estero, in particolare nelle aree dove siamo presenti già da tempo in maniera strutturata, come ad esempio a Dubai, il nostro centro di distribuzione per il Middle East. Al know how progettuale siamo in grado di far seguire un’offerta di sistemi di prodotti variegata che riesce a coprire l’ampio spettro di esigenze del mercato a cui ci rivolgiamo, offrendo standard elevatissimi in materia di sicurezza e qualità, su cui investiamo in maniera continuativa, unitamente alla ricerca di strumenti progettuali all’ avanguardia. Ora puntiamo in modo deciso sugli Usa. Siamo già presenti sul mercato a stelle e strisce- conclude la responsabile finanziaria - ma il nostro obiettivo è radicarci negli States in modo definitivo».

I numeri della SpA sono eccellenti. Il giro d’affari annuo è di 30 milioni di euro, il 50% dei quali provengono da esportazioni; il personale impegnato è pari a 100 dipendenti diretti; gli stabilimenti in funzione sono 6: 3 in Irpinia, 1 a Torino, 1 sede commerciale con annesso deposito a Dubai e 1 sede commerciale a Tunisi, per una superficie produttiva complessiva di 80 mila metri quadri. I mercati esteri della CONDOR sono Nord Africa, Africa subsahariana, Emirati Arabi, Israele, Europa continentale, Usa e Canada. Niente male! Forse Simon & Garfunkel non avevano torto: «El CONDOR pasa». Davvero. E dove passa mostra fino in fondo l’orgoglio di un Mezzogiorno che ce la fa.

Fonte: Corriere della Sera, Edizione 15 Luglio 2019

Richiedi una consulenza tecnica

Richiedi gratuitamente una consulenza tecnica sull'utilizzo dei prodotti Condor.
Clicca qui per contattare ora un nostro referente per maggiori info e quotazioni o chiama il numero:
+39 0827 223785.

Ultimi Progetti

Uffizi - 2015 - Ponteggio
Strada statale - 2017 - Vesto e SRC240
Sottovia puntellazione - 2017 - Alucp
Residenziale - 2018 - Aludeck
Reggia di Caserta - 2015 - Multicom
Metro - 2015 - torri e vesto
Galleria - 2016 - carro e calotta
Galleria - 2015 - carro posaferro, carro posaguaina
Centrale idroelettrica - 2014 - Multicom
Autostrada - 2017 - vesto e src240
certificazioni Condor

Prossime Fiere

SAIE 2019 - Condor S.p.A. Batimat 2019 - Condor S.p.A.

Consulenza Tecnica

I tecnici CONDOR, attraverso un dialogo costante con i direttori dei cantieri e i responsabili tecnici, forniscono una consulenza tecnica tesa ad individuare il prodotto o la combinazione di prodotti più adeguata all'esigenza specifica, dando vita a soluzioni tecniche rese fattibili grazie all'attributo della modularità dei sistemi a marchio CONDOR e all'attività continua del reparto Ricerca e Sviluppo.