Il modello ergotecnico, il Co.S.I.M. e la sua relazione con il BIM

Il modello ergotecnico e il Co.S.I.M.: in cosa consiste il Construction Site Information Model e qual è la sua relazione con il BIM

Diventa sempre più conosciuta la metodologia BIM (Building Information Modeling) e tutti i vantaggi che porta il suo utilizzo.
Con il BIM è possibile creare modelli informativi dell’edificio come il modello architettonico, strutturale e impiantistico. In parallelo sta nascendo il modello che rappresenta l’evolversi delle varie situazioni cantieristiche nei loro diversi livelli di dettaglio: il Construction Site Information Model (Co.S.I.M.).

Il Co.S.I.M. rappresenta quindi il “modello informativo del cantiere e della sicurezza” così come viene definito dalla norma UNI 11337 o, più semplicemente, è il modello ergotecnico dell’intervento sviluppato in forma integrata e coordinata con tutte le altre discipline.

La UNI 11337 impone la creazione di un modello tridimensionale con successione di fasi costruttive e informazioni riguardanti lo studio di mezzi tecnici e organizzativi mirati a migliorare l’efficienza del lavoro. La fase d’esecuzione deve essere la parte più dettagliata dove andare a rappresentare la scelta di attrezzature, macchinari e opere più idonee per svolgere le lavorazioni in sicurezza in relazione agli effettivi spazi operativi.
Si evince quindi che con il Co.S.I.M. è necessario rappresentare due livelli principali di sviluppo:

  • Il modello ergotecnico allo stato di progettazione e allo stato di produzione

 

Modello ergotecnico e CoSim

Il modello ergotecnico allo stato di progettazione

Del modello ergotecnico allo stato di progettazione se ne occupa il coordinatore per la progettazione (progettista di committenza) che deve coadiuvare i progettisti nel rendere effettive le scelte progettuali e organizzative per ridurre i rischi. È in questa fase che si consapevolizzano le scelte progettuali degli altri attori coinvolti in funzione della fattibilità in sicurezza degli interventi pianificati.

L’adozione di questo tipo di modelli favorisce la progettazione cantieristica e la prevenzione di infortuni dal punto di vista della qualità e della completezza della progettazione.

Lo scambio informativo, vitale per chi utilizza la metodologia BIM, fra progettazione ergotecnica e gli altri ambiti progettuali è fondamentale. Attraverso questo scambio tutti i professionisti coinvolti nel progetto sviluppano una consapevolezza maggiore riguardo la fattibilità delle opere evitando incongruenze ed errori.

Modello ergotecnico e CoSim_2

 

Il modello ergotecnico in fase esecutiva

La modellazione ergotecnica della fase esecutiva degli interventi progettati in Co.S.I.M. è poi direttamente monitorata in corso d’opera. Questo processo serve a valutare margini di miglioramenti ed efficienza dei modelli realizzati in termini di:

  • scelte tecniche e tecnologiche cantieristiche;
  • sicurezza e salute;
  • sostenibilità dei consumi energetici di cantiere.

In questa fase è possibile realizzare la simulazione 3D interattiva dove è possibile rilevare le attività ad alto rischio. E’ inoltre possibile scegliere le tecnologie migliori in relazione ai costi con miglioramenti in termini di sicurezza e coordinamento.

È quindi grazie al lavoro simultaneo di BIM e Co.S.I.M. che è possibile rendere più fluidi i processi di progettazione di un’opera cantieristica.
Si evidenzia infine come le informazioni di contestualizzazione contenute nel Co.S.I.M. risultino essere di fondamentale importanza. Questo soprattutto negli interventi di ristrutturazione o restauro per poter armonizzare a priori il progetto del sub sistema funzionale-spaziale del cantiere.

Dal punto di vista cantieristico risulta pertanto evidente come l’analisi delle informazioni ergotecniche contenute nel modello relative alla architettura tecnica, alle strutture, agli impianti e alle specifiche tecnologie adottate dal progetto possa consentire l’assegnazione degli spazi operativi.

Prossime Fiere

Notizie Social

Consulenza Tecnica

I tecnici CONDOR, attraverso un dialogo costante con i direttori dei cantieri e i responsabili tecnici, forniscono una consulenza tecnica tesa ad individuare il prodotto o la combinazione di prodotti più adeguata all'esigenza specifica, dando vita a soluzioni tecniche rese fattibili grazie all'attributo della modularità dei sistemi a marchio CONDOR e all'attività continua del reparto Ricerca e Sviluppo.

Contatta i nostri esperti
  • Segui CONDOR online
data scad: